Email marketing: cos’è, come funziona, strategie efficaci

strategia di email marketing

Secondo i dati Statista, sono circa 306 miliardi le e-mail inviate giornalmente. E LiveIntent ha rilevato un aumento del tasso di coinvolgimento mediante newsletter via e-mail durante la crisi COVID-19. Le email fanno parte ormai della nostra vita quotidiana.

Cosa si intende per email marketing? Meglio conosciuta con il nome di DEM, ovvero Direct Email Marketing, questa pratica consiste nel mettere a punto una vera e propria strategia commerciale attraverso l’invio di messaggi di posta elettronica ai contatti che si sono iscritti alla mailing list del nostro sito. L’abbonamento alla newsletter sottintende il consenso esplicito a ricevere le informazioni che riguardano un determinato brand o servizio attraverso diverse comunicazioni via email.

Quali sono i vantaggi dell’impiego di una strategia di Email Marketing?

Il primo obiettivo da raggiungere è quello di un incremento delle vendite: in questo senso attuando una strategia di DEM il ritorno sull’investimento (ROI) appare particolarmente elevato. Si stima che per ogni euro investito in campagne di email marketing si arrivi a guadagnare circa 49 euro.

L’email marketing è pensato anche per incrementare in modo notevole la brand awareness: attraverso la comunicazione via mail è possibile raggiungere in modo diretto l’utente e potenziale cliente. Questa condizione ci permette di personalizzare il messaggio a differenza della comunicazione via social che è generalizzata e non c’è la sicurezza che l’utente abbia recepito il messaggio.

Uno dei maggiori vantaggi dell’email marketing è la sua scalabilità: le email possono essere inviate ad un gran numero di destinatari ad un costo relativamente basso se paragonato agli altri canali di marketing.

L’email marketing contribuisce in modo decisivo alla fidelizzazione dei clienti perché crea un canale di comunicazione privilegiato tra il brand e chi lo ha scelto, canale che può essere utilizzato per trasmettere informazioni utili sui prodotti e i servizi proposti.

dem

Come fare Email Marketing

Per attuare una strategia di email marketing dobbiamo affidarci ad un Email Service Provider (ESP), ovvero un software che invia e gestisce email per un gran numero di utenti. Dopo aver scelto il software che risponde meglio alle nostre esigenze passiamo allo step della mailing list, una lista che contiene tutti gli indirizzi email degli abbonati che hanno scelto di ricevere le comunicazioni via email.

La selezione del software di email marketing più adatto non è cosa semplice: bisogna valutare diversi fattori, come il budget a disposizione, l’affidabilità, il supporto tecnico, la facilità d’uso e le integrazioni e funzionalità. Di sicuro un Email Service Provider davvero efficace deve garantire la segmentazione del pubblico, la possibilità di personalizzazione dei messaggi e la visualizzazione dei dati per poter procedere ad un’analisi accurata.

Come fare per incentivare gli utenti ad accettare la ricezione di email attraverso l’iscrizione alla newsletter? Solitamente si pensa ad una sorta di regalo, un’offerta attraente da cogliere al volo: l’incentivo per chi decide di ricevere comunicazioni via email deve essere di facile utilizzo, applicabile a tutti, di un certo valore, magari che permetta di testare la qualità dei prodotti o servizi in questione.

lettura email

Come creare un’efficace strategia di e-mail marketing

Quali sono le indicazioni per attuare una strategia di email marketing che porti ad ottimi risultati? Scopriamolo insieme!

  • Per evitare che la nostra email finisca nella cartella spam assicuriamoci di inviarla da un indirizzo IP che non sia stato utilizzato per email di spam in passato. Il dominio deve essere verificato e all’interno della comunicazione è preferibile sia presente un modo semplice e immediato che suggerisca agli iscritti come poter annullare la propria iscrizione.
  • Il principale strumento utilizzato per la lettura delle email è lo smartphone: è fondamentale, dunque, che le comunicazioni siano ottimizzate per mobile. Una formattazione semplice, un carattere grande, immagini che si caricano con facilità, un pulsante con call to action immediatamente visibile, collegamenti posizionati in modo strategico e distante: sono solo alcune delle accortezze che rendono una DEM particolarmente accattivante per dispositivi mobile.
  • Di tanto in tanto è bene rimaneggiare la propria mailing list, aggiornandola e conservando solo gli iscritti attivi, coloro che hanno interagito con la mail negli ultimi sei mesi. Prima di eliminare definitivamente gli iscritti inattivi potrebbe risultare utile testare il loro interessa con un’ultima campagna.
  • Si parla spesso di “momento giusto per l’invio di una email”. Ci sono diversi studi in proposito, come quello di Yes Marketing che ha analizzato l’engagement e le conversioni associate. In questo senso pare che il sabato sia il giorno in cui si hanno le conversioni migliori, ma le email si aprono più frequentemente durante la settimana.
  • Il tono di voce da utilizzare nella comunicazione via email deve essere il più diretto e amichevole possibile: da evitare linguaggi aziendali e troppo formali. L’approccio deve essere personale per stimolare un’interazione proficua.

email marketingNaturalmente, come in tutti i casi di strategie di marketing, anche nel caso delle DEM le mosse vincenti vanno calibrate in base al proprio pubblico e dopo diverse sperimentazioni. Per campagne di email marketing che portino a risultati concreti è bene affidarsi a professionisti del settore: scopri subito i servizi di Digital Marketing di Matrix Digital Factory!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Raccontaci il tuo progetto

Compila il form sottostante per essere ricontattato da un nostro consulente.